Pulecinella
Flag Counter

I napoletani
famosi

Maria Paris

(nome vero
Maria Rosaria
Pariso)

(06.08.1932)

Una cantante italiana.

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

Palomma 'e notte


Museca: Francesco Buongiovanni,

Vierse: Salvatore Di Giacomo.

Anno: 1906

Farfalla di notte


Musica: Francesco Buongiovanni,

Versi: Salvatore Di Giacomo.

Anno: 1906

Tiene mente 'sta palomma,
Comme ggira, comm'avota,
Comme torna 'n'ata vota
'Sta ceroggena a tentà!

Palummè, chist'è 'nu lume,
Nun è rosa o giesummino,
E tu a fforza ccà vvicino
Te vuò mettere a vulà!

Vattenn' 'a lloco!
Vattenne, pazzarella!
Va', palummella, e torna,
E torna a 'st'aria
Accussì fresca e bella!
'O bbì ca i' pure
Mm'abbaglio chianu chiano,
E ca mm'abbrucio 'a mano
Pe' te ne vulè caccià?

Carulì, pe' 'nu capriccio,
Tu vuò fà scuntento a 'n'ato
E po', quanno ll'hê lassato,
Tu addu 'n'ato vuò vulà.

Troppe core staje strignenno
Cu 'sti mmane piccerelle;
Ma fernisce ca 'sti scelle
Pure tu te può abbrucià.

Vattenn' 'a lloco!
Vattenne, pazzarella!
Va', palummella, e torna,
E torna a 'st'aria
Accussì fresca e bella!
'O bbì ca i' pure
Mm'abbaglio chianu chiano,
E ca mm'abbrucio 'a mano
Pe' te ne vulè caccià?

Torna, va', palomma 'e notte,
Dint'a ll'ombra addò sì nata!
Torna a 'st'aria 'mbarzamata
Ca te sape cunzulà!

Dint' 'o scuro e pe' me sulo
'Sta cannela arde e se struje,
Ma c'ardesse a tutt' 'e dduje,
Nun 'o ppozzo suppurtà!

Vattenn' 'a lloco!
Vattenne, pazzarella!
Va', palummella, e torna,
E torna a 'st'aria
Accussì fresca e bella!
'O bbì ca i' pure
Mm'abbaglio chianu chiano,
E ca mm'abbrucio 'a mano
Pe' te ne vulè caccià?

Guarda questa farfalla,
Come gira, come svolazza,
Come torna un'altra volta
A tentare questa candela!

Farfallina, questo è un lume,
Non è rosa o gelsomino,
E tu per forza qua vicino
Ti vuoi mettere a volare!

Vattene da là!
Vattene, pazza!
Va', farfallina, e torna,
E torna a quest'aria
Così fresca e bella!
Lo vedi che anch'io
Mi abbaglio piano piano
E che mi brucio la mano
Per volerti cacciare via?

Carolina, per un capriccio,
Tu vuoi fare scontento un altro
E poi, quando l'hai lasciato,
Tu, da un altro vuoi volare.

Troppi cuori stai stringendo
Con queste tue mani piccole,
Ma finisce che queste ali
Anche tu ti puoi bruciare.

Vattene da là!
Vattene, pazza!
Va', farfallina, e torna,
E torna a quest'aria
Così fresca e bella!
Lo vedi che anch'io
Mi abbaglio piano piano
E che mi brucio la mano
Per volerti cacciare via?

Torna, va', farfalla di notte,
Nell'ombra dove sei nata!
Torna a quest'aria imbalsamata
Che ti sa consolare!

Nel buio e solo per me
Questa candela arde e si strugge,
Ma che arda tutti e due,
Non lo posso sopportare!

Vattene da là!
Vattene, pazza!
Va', farfallina, e torna,
E torna a quest'aria
Così fresca e bella!
Lo vedi che anch'io
Mi abbaglio piano piano
E che mi brucio la mano
Per volerti cacciare via?