Pulecinella

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

Tu ca nun chiagne


Museca: Ernesto De Curtis,

Vierse: Libero Bovio.

Anno: 1915

Tu che non piangi


Musica: Ernesto De Curtis,

Versi: Libero Bovio.

Anno: 1915

Comm'è bella 'a muntagna stanotte!
Bella accussì nun ll'aggio vista maje!
'N'anema pare rassignata e stanca,
Sott' 'a cuperta 'e chesta luna janca.

Tu ca nun chiagne e chiagnere mme faje,
Tu stanotte addò staje?
Voglio a tte!
Voglio a tte!
Chist'uocchie te vonno,
'N'ata vota, vedè.

Comm'è calma 'a muntagna stanotte!
Cchiù calma 'e mo nun ll'aggio vista maje!
E tutto dorme, tutto dorme o more
E i' sulo veglio, pecché veglia ammore.

Tu ca nun chiagne e chiagnere mme faje,
Tu stanotte addò staje?
Voglio a tte!
Voglio a tte!
Chist'uocchie te vonno,
'N'ata vota, vedè.

Come è bella la montagna stanotte!
Così bella non l'ho vista mai!
Sembra un'anima rassegnata e stanca,
Sotto la coperta di questa luna bianca.

Tu che non piangi e piangere mi fai,
Tu stanotte dove sei?
Voglio te!
Voglio te!
Questi occhi miei ti vogliono,
Un'altra volta, vedere.

Come è calma la montagna stanotte!
Più calma che adesso, non l'ho vista mai!
E tutto dorme, tutto dorme o muore,
Ed io solo veglio, perché veglia amore.

Tu che non piangi e piangere mi fai,
Tu stanotte dove sei?
Voglio te!
Voglio te!
Questi occhi miei ti vogliono,
Un'altra volta, vedere.