Pulecinella
Flag Counter

Gli strumenti
napoletani

La tammorra

Altre canzoni di
Gaetano Lama

Napule e Maria
Quanta rrose!
Reginella

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

Te lasso


Museca: Gaetano Lama,

Vierse: Francesco Fiore.

Anno: 1924

Ti lascio


Musica: Gaetano Lama,

Versi: Francesco Fiore.

Anno: 1924

'O ssaccio, nun 'o ddì, ll'aggio capito!
Mo ca te sò marito
Te cride 'e cumannà.
E vuò ca, primm' 'e tutto, â casa 'e mammema
Nun aggi' 'a cchiù accustà.
Ma i' comme mm'aggi' 'a spartere?
Mammà mme vò vedè
E tu, pe' farla chiagnere,
Mme vuò sempe cu tte.

No!
Cu tutto ca te voglio tantu bbene,
Cu tutto ca te sento dint' 'e vvene,
Te lasso. Sì, pecché,
Si nun rispiette a mammema,
Tu nun vuò bbene a me.

Sienteme buono, nun dà retta â gente!
'O munno è malamente
E ognuno vò vedè.
E chi vene a parlarte male 'e mammema
Nun parla bbene 'e te.
Ma tu nun ll'hê 'a credere!
Si no, mme faje dannà.
Io sò cuntento, accideme,
Ma lassame a mammà!

No!
Cu tutto ca te voglio tantu bbene,
Cu tutto ca te sento dint' 'e vvene,
Te lasso. Sì, pecché,
Dint'a 'stu core, mammema
Sta scritta primm' 'e te.

Nce ll'aggio ditto a mamma: "Ve sbagliate!
Ma chi ve ll'ha cuntate
Tutte 'sti 'nfamità?
Chi porta 'o nomme mio, nun è pe' dicere,
È degna d' 'o purtà".
Mammà s'è misa a chiagnere,
Pe' fà cuntento a me
Te vò vedè pe' dicere
Ca cerca scusa a te.

No!
Ca quanno 'a vecchia mia mme benedice
Si stongo 'ncroce pure sò felice.
Si tu vuò bbene a me,
Va', cerca scusa a mammema
E i' cerco scusa a te!

Lo so, non dirlo, l'ho capito!
Ora che mi sono sposato a te
Tu credi di comandare.
E vuoi che, prima di tutto, alla casa di mamma
Non devo più avvicinarmi.
Ma io come mi devo spartire?
Mamma vuole vedermi
E tu, per farla piangere,
Vuoi che io sia sempre con te.

No!
Benché ti voglio tanto bene,
Benché ti sento nelle vene,
Ti lascio. Sì, perché,
Se non rispetti mia mamma,
Tu non vuoi bene a me.

Ascoltami, non dare retta alla gente!
Il mondo è cattivo
Ed ognuno vuol vedere.
E chi ti parla male di mia mamma
Non parla bene di te.
Ma tu non gli devi credere!
Se no, mi fai dannare.
Io sono contento, uccidimi,
Ma lasciami a mamma!

No!
Benché ti voglio tanto bene,
Benché ti sento nelle vene,
Ti lascio. Sì, perché,
Nel cuore mio, mia mamma
È scritta prima di te.

Gliel'ho detto a mamma: "Voi sbagliate!
Ma chi ve le ha raccontate
Tutte queste infamie?
Chi porta il nome mio, non è per dire,
È degna di portarlo".
Mamma si è messa a piangere,
Per farmi contento
Ti vuole vedere per dire
Che chiede scusa a te.

No!
Perché quando la vecchia mia mi benedice
Se sono in croce, sono felice anche.
Se tu mi vuoi bene,
Vai e chiedi scusa a mia mamma
Ed io chiedo scusa a te!