Pulecinella
Flag Counter

Gli strumenti
napoletani

Il mandolino

Altre canzoni di
Enzo Bonagura

Chiove a zeffunno
Maruzzella
Surriento d' 'e 'nnammurate

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

Sciummo


Museca: Carlo Concina,

Vierse: Enzo Bonagura.

Anno: 1952

Fiume


Musica: Carlo Concina,

Versi: Enzo Bonagura.

Anno: 1952

Tu scinne,
Sciummo, sciummo, sciummo,
D' 'a muntagna.
Io scenno
Ca 'na malasciorta
Mm'accumpagna.
E ghiammo, ohè!
Ll'ammore è sciummo ca se perde a mare.

Tu cante
- tocche, tocche, tocche -
Spaccalegna:
" 'A saccio.
Nun ce sta 'na vocca
Cchiù sanguegna!"
E i' scenno, ohè!
Chi perde 'ammore va cercanno 'o mare.

Campana
Ca suone 'a copp'a 'stu cunvento,
Tu siente
Ch'ha fatto chella faccia 'e santa?
Ajere, 'mbracci'a me, 'nu svenimento,
Stasera vasa a 'n'ato e se n'avanta.

Oje comme
Sona lenta e triste
'Na zampogna,
Ca scenne
Sciummo, sciummo, sciummo
D' 'a muntagna.
E ghiammo, ohè!
Ll'ammore è sciummo ca se perde a mare
E 'nfunn'ô mare s'arreposa 'o core.

Paese,
Addò sò nato,
Io te saluto.
Te veco,
Llà 'ncimma, sulo e abbandunato.
E io 'nfamo, 'nfamo 'e me,
Mme ne sò ghiuto.
Te lasso pecché 'ammore mm'ha lassato.

Tu chiagne
Quase comm'a 'n'ommo
Ca se lagna.
E i' scenno,
Sciummo, sciummo, sciummo,
D' 'a muntagna.
E ghiammo, ohè!
Ll'ammore è sciummo ca se perde a mare
E sulo 'o mare fa scurdà ll'ammore.

Tu scendi,
Fiume, fiume, fiume,
Dalla montagna.
Io ti seguo
Con la mia sorte cattiva
Che mi accompagna.
E andiamo, ohè!
L'amore è un fiume che si perde a mare.

Tu canti
- toc, toc, toc -
Spaccalegna:
"La conosco.
Non c'è una bocca
Più sanguigna!"
Ed io scendo, ohè!
Chi perde l'amore va in cerca del mare.

Campana
Che suoni dal convento,
Tu senti
Cosa ha fatto quel viso di santa?
Ieri, tra le mie braccia, uno svenimento,
Stasera bacia un altro e se ne vanta.

Oh come
Suona lenta e triste
Una zampogna,
Mentre scende
Fiume, fiume, fiume
Dalla montagna.
E andiamo, ohè!
L'amore è un fiume che si perde nel mare
Ed in fondo al mare si riposa il cuore.

Paese,
Dove sono nato,
Io ti saluto.
Ti vedo,
Lassù in cima, solo ed abbandonato.
E io infame, infame io,
Me ne sono andato.
Ti lascio perché l'amore mi ha lasciato.

Tu piangi
Quasi come un uomo
Che si lagna.
Ed io ti seguo,
Fiume, fiume, fiume,
Dalla montagna.
E andiamo, ohè!
L'amore è un fiume che si perde in mare
E solo il mare fa dimenticare l'amore.