Pulecinella

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

Raziella


Museca: gnoto,
(elaborata 'a Pietro Labriola ô 1840),

Vierse: gnoto.

Anno: XVIII seculo

Graziella


Musica: ignoto,
(elaborata da Pietro Labriola nel 1840),

Versi: ignoto.

Anno: XVIII secolo

A core a core co Raziella mia
Stevo assettato a chillu pizzo llà.
Lu patre asceva e schitto nc'era 'a zia
Ma, zittu zitto, nce se potea parlà.
La zia filava e poco nce senteva
Ca, pe' lo suonno, la capa lle pennea,
Io la manella de nenna mia pigliavo
Che non volea, ma se facea vasà.

Essa cantava co chella bella voce,
Lu mandolino io mme mettea a sonà.
Essa dicea, cantanno doce doce:
"Aniello mio, io sempe t'aggi' 'a amà!"
La zia filava e poco nce senteva
E, pe' lo suonno, la capa lle pennea,
Ma, si â 'ntrasatta, essa maje se scetava,
Lu locco, subbeto, io mme mettevo a fà.

Ma chillu tiempo comme priesto è passato!
Darria lo sango pe' farelo tornà.
Tanno ero alliero e mo sò sbenturato,
Schitto d'arraggio, 'e chianto aggi' 'a campà!
Raziella mia, Raziella mme 'ngannava
Mentre d'occhiate e squase mm'abbottava.
Aje! Disperato tanto mme sò arredutto
Che o moro acciso o mm'aggi' 'a vennecà!

A cuore a cuore con Graziella mia
Stavo seduto in quell'angolo là.
Il padre usciva e c'era soltanto la zia
Ma, zitto zitto, si poteva parlare.
La zia filava e poco ci sentiva
E, per il sonno, la testa sua cadeva,
Io prendevo la manina della mia amata
Che non voleva, ma si faceva baciare.

Lei cantava con la sua bella voce,
Il mandolino io mi mettevo a suonare.
Lei diceva, cantando dolcemente:
"Aniello mio, sempre ti devo amare!"
La zia filava e poco ci sentiva
E, per il sonno, la testa sua cadeva,
Ma, se ad un tratto, lei si svegliava,
Lo gnorri, subito, io mi mettevo a fare.

Ma quel tempo come presto è passato!
Darei la vita per farlo ritornare.
Allora ero allegro ed ora sono sventurato,
Schiatto da rabbia, di pianto devo vivere!
Graziella mia, Graziella mi ingannava
Mentre d'occhiate e vezzi mi colmava.
Ahi! Disperato mi sono ridotto a tal punto
Che o muoio ucciso o devo vendicarmi!