Pulecinella
Flag Counter

Altre canzoni di
Arturo Duyrat

Balcone 'nchiuso
Chitarre 'e Napule

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

'O sole 'e Napule


Museca: Salvatore Palliggiano,

Vierse: Arturo Duyrat.

Anno: 1953

Il sole di Napoli


Musica: Salvatore Palliggiano,

Versi: Arturo Duyrat.

Anno: 1953

Sperduto e sulo a ll'estero
Io canto e chiagno pe' malincunia.
Penziere vanno e tornano
Cu 'sta passiona mia.

Sò ll'ombra e addò cammino
Trovo ll'oscurità.
Mm' 'a piglio c' 'o destino
Ca me 'ncatena ccà.

Oje sole, i' voglio a tte,
Oje sole 'e Napule!
Ricchezza sì pe' mme,
Meglio 'e 'st'America.

Dint'a 'sta luce toja sta 'na Maria
Ca, 'nziem' a mamma,
Prega e aspetta a mme.
Io 'nfongo 'e chianto 'sta chitarra mia,
Penzanno a tte.

Mme vaso tutt' 'e llettere,
'E llettere ca scrive mamma mia.
'A veco sempe chiagnere
'Int'a 'sta fantasia.

'A quanno stò luntano,
Mm' 'a sonno affianco a mme
E soffro 'a 'n'anno sano,
Speruto d' 'a vedè.

Oje sole, i' voglio a tte,
Oje sole 'e Napule!
Ricchezza sì pe' mme,
Meglio 'e 'st'America.

Dint'a 'sta luce toja sta 'na Maria
Ca, 'nziem' a mamma,
Prega e aspetta a mme.
Io 'nfongo 'e chianto 'sta chitarra mia,
Penzanno a tte.

Sperduto e solo all'estero
Io canto e piango per malinconia.
Pensieri vanno e vengono
Con questa passione mia.

Sono l'ombra e dove cammino
Trovo l'oscurità.
Me la prendo col destino
Che mi incatena qui.

Oh sole, voglio a te,
Oh sole di Napoli!
Sei ricchezza per me,
Meglio di quest'America.

In questa tua luce sta una Maria
Che, insieme a mamma,
Prega e aspetta a me.
Io bagno di lacrime questa chitarra mia,
Pensando a te.

Bacio tutte le lettere,
Le lettere che scrive mamma mia.
La vedo sempre piangere
In questa fantasia.

Da quando sto lontano,
Me la sogno affianco a me
E soffro da un anno intero,
Desideroso di vederla.

Oh sole, voglio a te,
Oh sole di Napoli!
Sei ricchezza per me,
Meglio di quest'America.

In questa tua luce sta una Maria
Che, insieme a mamma,
Prega e aspetta a me.
Io bagno di lacrime questa chitarra mia,
Pensando a te.

tradotto da Natalia Cernega