Pulecinella

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

La ricciolella


Museca: gnoto,
(elaborata 'a Guglielmo Cottrau ô 1825),

Vierse: gnoto.

Anno: XVIII seculo

La ricciolina


Musica: ignoto,
(elaborata da Guglielmo Cottrau nel 1825),

Versi: ignoto.

Anno: XVIII secolo

Me voglio i' a 'nzorare, oje dinto Fratta,
Me voglio i' a 'nzorare, oje dinto Fratta.
Me la voglio piglià, ricciolella Antonià,
Me la voglio piglià 'na frattajola.

Non me ne curo ca non tene dota,
Non me ne curo ca non tene dota,
Basta ca tene la, ricciolella Antonià,
Basta ca tene la connocchia 'mmano!

E quanno jammo a messa alla Maronna,
E quanno jammo a messa alla Maronna,
Parimmo tutte dduje, ricciolella Antonià,
Parimmo tutte dduje figlie a 'na mamma.

Mi voglio sposare, oh in Frattamaggiore*,
Mi voglio sposare, oh in Frattamaggiore.
Me la voglio scegliere, ricciolina Antonietta,
Me la voglio scegliere una frattese**.

Non me ne curo che non tiene dote,
Non me ne curo che non tiene dote,
Basta che ha la, ricciolina Antonietta,
Basta che ha la conocchia in mano!

E quando andiamo a messa alla Madonna,
E quando andiamo a messa alla Madonna,
Sembriamo tutti due, ricciolina Antonietta,
Sembriamo tutti due figli ad una mamma.


* Frattamaggiore è un comune a 15 km da Napoli,
** Frattese è un'abitante di Frattamaggiore.