Bandiera

Le canzoni siciliane

Sicilia
Catania
Flag Counter

E vui durmiti ancora

(E voi dormite ancora)



Musica: Gaetano Emanuel Calì,

Parole: Giovanni Formisano.



Canta
Gian Campione
(1946 - 2005)


La canzone fu scritta nel 1910.
Il compositore catanese Gaetano Emanuel Calì, dopo un viaggio di lavoro a Malta, lesse i versi del suo concittadino. La bellezza del testo lo colpì tanto che lui subito compose la musica. Però questa canzone rimase solo un progetto e la prima incisione del brano fu nel 1927.

Lu suli è già spuntatu 'ntra lu mari
E vui, bidduzza mia, durmiti ancora.
L'aceddi sunnu stanchi di cantari
E affriddateddi v'aspettanu ccà fora.
Supra 'stu barcuneddu sù pusati
E aspettanu quann'è ca v'affacciati.

Lassati stari, nun durmiti cchiui
Ca 'nmenzu ad iddi dintra 'sta vanedda
Ci sugnu puru iu c'aspettu a vui
Pi viriri 'sta facci accussì bedda.
Passu ccà fora tutti li nuttati
E aspettu sulu quannu v'affacciati.

Li ciuri senza i vui nun vonnu stari
Sù tutti cu li testi a pinnuluni.
Ognunu d'iddi nun voli sbucciari
Si prima nun si grapi 'stu barcuni.
Intra li buttuneddi sù ammucciati
E aspettanu quann'è ca v'affacciati.

Lassati stari, nun durmiti cchiui
Ca 'nmenzu ad iddi dintra 'sta vanedda
Ci sugnu puru iu c'aspettu a vui
Pi viriri 'sta facci accussì bedda.
Passu ccà fora tutti li nuttati
E aspettu sulu quannu v'affacciati.

Il sole è già spuntato dal mare
E voi, bellezza mia, dormite ancora.
Gli uccelli sono stanchi di cantare
E infreddoliti, vi aspettano qua fuori.
Su questo balconcino si sono posati
E aspettano quell'istante quando vi affacciate.

Lasciate stare, non dormite più
Perché in mezzo a loro in questo vicolo
Ci sono anch'io che aspetto a voi
Per vedere questo viso così bello.
Passo qui fuori tutte le notti
E aspetto solo quando vi affacciate.

I fiori non vogliono stare senza di voi,
Sono tutti con le teste penzolanti.
Ognuno di essi non vuole sbocciare
Se prima non si apre questo balcone.
Dentro i boccioli sono nascosti
E aspettano quell'istante quando vi affacciate.

Lasciate stare, non dormite più
Perché in mezzo a loro in questo vicolo
Ci sono anch'io che aspetto a voi
Per vedere questo viso così bello.
Passo qui fuori tutte le notti
E aspetto solo quando vi affacciate.