Pulecenella
Flag Counter

Napoletani
famosi

Peppino
De Filippo

(24.08.1903 - 26.01.1980)

Un attore italiano di cinema e teatro, comico, fratello di Eduardo De Filippo.

Testi delle canzoni napoletane

RussiaRUS
ItaliaITA
InghilterraENG

E tu chi sì?


Museca: Nicola Valente,

Vierze: Libero Bovio.

Anno: 1923

E tu chi sei?


Musica: Nicola Valente,

Versi: Libero Bovio.

Anno: 1923


"Sì bello e ricco? E di', quant'anne tiene?"
"Tiene vint'anne? E i' tengo 'o ddoppio 'e tte.
Ma cride 'ncap'a te ca te vò bbene?"
"Quanto sì buono! Me vò bbene a mme!"

"E ca tu passe cu 'o cammenatore
Sott' â fenesta, che nce passe a fà?
T' 'o ddico a tte, parola mia d'onore:
Nun nce passà!"

"Vò bbene a mme!
Vò bbene a mme!
E vuò sapè pecché?
Pecché sape ca tu
Dint'a 'sti mmane meje sì 'na bambù!
Penzace, oje nì,
Penzace, oje nì:
Dint'a 'sti mmorze 'o ssaje comme te chiejo?
Guarda!… Accussì!"

"Tu tiene 'aniello 'e vinte grane a 'o dito
E i' tengo 'e call'a 'e mmane e niente cchiù!
Tu tutt' 'e juorne cagne 'nu vestito
E i' sempe 'o stesso… sempe 'a blusa blu!"

Tu lle prumiette centenare 'e ccose
E chella te risponne sempe: No!
Io 'a saccio fà felice cu ddoje rrose,
Quann'essa 'e vvò.

"Vò bbene a mme!
Vò bbene a mme!
E vuò sapè pecché?
Pecché sape ca tu
Dint'a 'sti mmane meje sì 'na bambù!
Penzace, oje nì,
Penzace, oje nì:
Dint'a 'sti mmorze 'o ssaje comme te chiejo?
Guarda!… Accussì!"

"Geluso 'e te? E chi sì? Tu nun sì niente!
Sì 'n'ommo p' 'a pazzia vicino a mme!"
"Toccame 'a mana! Comm'è fredda! 'A siente?
Saje pe' chi tremmo? Nun 'o ssaje? Pe' tte!"

Geluso? Ma ched'è 'sta gelusia?
Pecché nce sta quaccuno meglio 'e me?
I' ca fatico tutt' 'a vita mia,
So' cchiù d' 'o rre!

"Vò bbene a mme!
Vò bbene a mme!
E vuò sapè pecché?
Pecché sape ca tu
Dint'a 'sti mmane meje sì 'na bambù!
Penzace, oje nì,
Penzace, oje nì:
Dint'a 'sti mmorze 'o ssaje comme te chiejo?
Guarda!… Accussì!"



"Sei bello e ricco? E dimmi, quanti anni hai?"
"Hai vent'anni? Ed io ho il doppio di te.
Ma credi nella tua testa che ti vuole bene?"
"Quanto sei buono! Vuole bene a me!"

"E tu che passi con il camminatore
Sotto alla finestra, ma perché ci passi?
Te lo dico, parola mia d'onore:
Non ci passare!"

"Vuole bene a me!
Vuole bene a me!
E vuoi sapere perché?
Perché sa che tu
Nelle mie mani sei una bambola!
Pensaci, oh caro,
Pensaci, oh caro:
Dentro a queste morse lo sai come ti piego?
Guarda!… Così!"

"Tu hai l'anello da venti grani* al dito
Ed io ho i calli sulle mani e niente più!
Tu tutti i giorni cambi il vestito
E io sempre lo stesso… sempre la camicia blu!"

Tu le prometti centinaia di cose
E quella ti risponde sempre: No!
Io so farla felice con due rose,
Quando lei le vuole.

"Vuole bene a me!
Vuole bene a me!
E vuoi sapere perché?
Perché sa che tu
Nelle mie mani sei una bambola!
Pensaci, oh caro,
Pensaci, oh caro:
Dentro a queste morse lo sai come ti piego?
Guarda!… Così!"

"Geloso di te? E chi sei? Tu sei niente!
Sei un uomo per un gioco vicino a me!"
"Toccami la mano! Com'è fredda! La senti?
Sai per chi tremo? Non lo sai? Per te!"

Geloso? Ma cos'è questa gelosia?
Perché c'è qualcuno meglio di me?
Io che lavoro tutta la vita mia,
So più del re!

"Vuole bene a me!
Vuole bene a me!
E vuoi sapere perché?
Perché sa che tu
Nelle mie mani sei una bambola!
Pensaci, oh caro,
Pensaci, oh caro:
Dentro a queste morse lo sai come ti piego?
Guarda!… Così!"

tradotto da Natalia Cernega

* Il grano è un'unità di misura di massa
(1 grano è circa 0,0648 grammi)