Pulecinella
Flag Counter

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

Core 'ngrato


Museca: Salvatore Cardillo,

Vierse: Riccardo Cordiffero.

Anno: 1911

Сuore ingrato


Musica: Salvatore Cardillo,

Versi: Riccardo Cordiffero.

Anno: 1911

Catarì, Catarì,
Pecché mme dice 'sti pparole amare?
Pecché mm' 'e parle e 'o core mme turmiente,
Catarì?
Nun te scurdà ca t'aggio dato 'o core, Catarì,
Nun te scurdà!

Catarì,
Catarì, che vene a dicere
'Stu pparlà ca mme dà spaseme?
Tu nun nce pienze a 'stu dulore mio?
Tu nun nce pienze, tu nun te ne cure.

Core, core 'ngrato,
T'aje pigliato 'a vita mia!
Tutt'è passato
E nun nce pienze cchiù.

Catarì, Catarì,
Tu nun 'o ssaje ca 'nfin' 'int'a 'na chiesa
Io sò trasuto e aggio priato a Dio, Catarì,
E ll'aggio ditto pure a 'o cunfessore:
"I' stò a suffrì
Pe' chella llà.

Stò a suffrì,
Stò a suffrì, nun se pò credere,
Stò a suffrì tutte li strazie".
E 'o cunfessore, ch'è perzona santa,
Mm'ha ditto: "Figlio mio, lassala stà!"

Core, core 'ngrato,
T'aje pigliato 'a vita mia!
Tutt'è passato
E nun nce pienze cchiù.

Caterina, Caterina,
Perché mi dici queste parole amare?
Perché me le parli ed il cuore mi tormenti,
Caterina?
Non dimenticar che t'ho dato il cuore, Caterina
Non dimenticar!

Caterina,
Caterina, che significa
Questo parlare che mi dà spasimi?
Tu non pensi a questo mio dolore?
Tu non ci pensi, tu non te ne curi.

Cuore, cuore ingrato,
Ti sei presa la mia vita!
Tutto è passato
E non ci pensi più.

Caterina, Caterina,
Tu non sai che perfino in una chiesa
Sono entrato ed ho pregato Dio, Caterina,
E l'ho detto anche al confessore:
"Sto soffrendo
Per quella là.

Sto soffrendo,
Sto soffrendo, non si può credere,
Sto soffrendo tutti i tormenti".
Ed il confessore, che è una persona santa,
Mi ha detto: "Figlio mio, lasciala stare!"

Cuore, cuore ingrato,
Ti sei presa la mia vita!
Tutto è passato
E non ci pensi più.