Pulecinella

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

Che me diciste a ffà?


Museca: Totò (Antonio De Curtis),

Vierse: Totò (Antonio De Curtis).

Anno: 1956

Perché mi hai detto?


Musica: Totò (Antonio De Curtis),

Versi: Totò (Antonio De Curtis).

Anno: 1956

Io campavo, ero felice
Senza ammore e senza 'e te.
Mo ce vò, comme se dice,
Me sentevo cchiù 'e 'nu rre.
Ma 'na sera te 'ncuntraje
Mentre ascevo 'a 'nu cafè
E, guardannote, penzaje:
" 'Sta bellezza è pe' 'nu rre!"

Che me diciste a ffà: "Te voglio bbene"?
Che me 'mparaste a ffà ched'è ll'ammore?
Pecché mittiste 'o ffuoco 'int'a 'sti vvene?
Pecché tu me 'mparaste a suspirà?
E mo ca 'e te me songo 'nnammurato,
Ammore mio, pecché me vuò lassà?
'O saccio, vaje dicenno: "Aggio pazziato:
È stato 'nu capriccio ca passarrà!"
Che me diciste a ffà: "Te voglio bbene"
Si chistu bbene è 'n'infelicità?!

Io vivevo, ero felice
Senza amore e senza di te.
Sai, come si dice,
Mi sentivo più di un re.
Ma una sera ti incontrai
Mentre uscivo da un caffè
E, guardandoti, pensai:
"Questa bellezza è per un re!"

Perché mi hai detto: "Ti voglio bene"?
Perché mi hai insegnato cos'è l'amore?
Perché hai messo il fuoco dentro queste vene?
Perché tu mi hai imparato a sospirare?
Ed ora che mi sono innamorato di te,
Amore mio, perché mi vuoi lasciare?
Lo so, vai dicendo: "Ho fatto una pazzia:
È stato un capriccio che passerà!"
Perché mi hai detto: "Ti voglio bene"
Se questo bene è una infelicità?!