Pulecinella
Flag Counter

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

Carcere


Museca: Ferdinando Albano,

Vierse: Libero Bovio.

Anno: 1933

Carcere


Musica: Ferdinando Albano,

Versi: Libero Bovio.

Anno: 1933

Carcere ca mme tiene carcerato,
Privo d' 'a libbertà, senza 'n'ajuto.
Tutte ll'amice mm'hanno abbandunato,
Pur' 'e pariente mm'hanno scanusciuto.

Aggio fatto rebbene a tuttuquante
E chesto 'n'aggio avuto: tradimente!
Sabato a sera, la mia cara amante
È ghiuta a Piererotta alleramente.

Anelle, anelle…
Zompa chi pò! La mia amirosa abballa
E io stò 'a vintuno mise 'int'ê ccancelle
Per la mia bella.
Anelle, anelle…

Chiagnere t'aggi' 'a fà comme chiagn'io,
E t'aggi' 'a fà pruvà ch'amaro è 'o chianto!
Quanto t'amavo! E mo sì ll'odio mio.
Mo te disprezzo. E t'apprezzavo tanto!

Pe' tte stò dinto ccà, pe' 'st'uocchie belle.
E stò cuntanno 'e mise, 'e juorne, ll'ore.
Quann'haje 'a nutizia ch'esco da 'e ccancelle,
Meglio ca spatrie 'ncopp'a 'nu vapore.

Sciore 'e granato…
Chisto è 'n'avvertimento e 'nu saluto
Per voi, signora, e per il vostro amato.
Bona salute!
Sciore 'e granato…

Carcere che mi tieni carcerato,
Privo della libertà, senza un aiuto.
Tutti gli amici mi hanno abbandonato,
Anche i parenti mi hanno disconosciuto.

Ho fatto del bene a tutti
E questo ho ricevuto: tradimenti!
Sabato sera, la mia cara amante
È andata a Piedigrotta* allegramente.

Anelli, anelli...
Salta chi può! La mia ragazza balla
E io da ventuno mesi sono dietro le sbarre
Per la mia bella.
Anelli, anelli...

Piangere ti devo fare, come piango io,
E ti devo far provare come è amaro il pianto!
Quanto ti amavo! E ora sei l'odio mio.
Ora ti disprezzo. E ti apprezzavo tanto!

Per te sono qui, per questi occhi belli.
E sto contando i mesi, i giorni, le ore.
Quando avrai la notizia che esco dal carcere,
Meglio che espatri su una nave.

Fiore di melograno…
Questo è un avvertimento e un saluto
Per voi, signora, e per il vostro amato.
Buona salute!
Fiore di melograno…


* Piedigrotta è una zona di Napoli, nel quartiere Chiaia.