Pulecinella
Flag Counter

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

Canzona vesuviana


Museca: E.A. Mario,

Vierse: E.A. Mario.

Anno: 1910

Canzone vesuviana


Musica: E.A. Mario,

Versi: E.A. Mario.

Anno: 1910

Se ne sagliesse â parte d'Uttajano
Chi vò campà cujeto, si vò bbene.
Saccio 'na casarella fore mano
Cu dduje balcune e, attuorno, 'e tterre chiene
'E resedà e garuofane schiavune.

Jenche 'e ciardine 'e rrose 'a primmavera,
Ll'autunno, 'mmiez'ê vvigne, mena ll'oro.
Ce canta 'o core mio, matina e sera,
E, tutto ll'anne, 'o core mio suspira.

E saglie 'o core mio 'ncopp'â muntagna,
Addò ll'ammore 'o vò fà fà 'a vennegna:
Vase ca sò cchiù meglio d' 'o sciampagne.
E, quann' 'a 'ncigne, è tennera e sanguegna
'Sta vocca rossa ch'è 'a cchiù bella vigna.

Acene d'uva songo 'e vase doce,
E cchiù arzulenta è ll'uva, e cchiù mme piace.
Chella è 'a passiona che mm'abbampa e coce,
Chella è 'a passiona ca mme fa felice.

Saglimmo a dduje. Cantammo. E canta ll'eco
Pe' 'mmiez'a 'e chiuppe d' 'a muntagna amica
E ce desiderammo... 'O ppenzo, 'o vveco.
Lapillo 'e fuoco è 'ammore, quanno trica
E trica, e ce fa ardente a poco a poco.

E nuje saglimmo. E stammo 'ncielo quase.
Luntane, veco casarelle e chiese.
Ah, che funiculare songo 'e vase!
Nuje ce vasammo e ghiammo 'mParaviso.

Se ne salisse verso Ottaviano*
Chi vuole vivere tranquillo, se è innamorato.
Conosco una casetta un po' isolata
Con due balconi e, intorno, terreni colmi
Di reseda e garofani schiavoni.

Riempie i giardini di rose, la primavera,
L'autunno, tra le vigne, versa l'oro.
Ci canta il cuore mio, mattina e sera,
E, tutto l'anno, il mio cuore sospira.

E sale il cuore mio sulla montagna,
Dove l'amore vuol fargli fare vendemmia:
Baci che sono meglio dello champagne.
E, quando per la prima volta la provi, è tenera
Questa bocca rossa che è la più bella vigna.

Acini d'uva sono i baci dolci,
E più l'uva è arsa dal sole, e più mi piace.
Quella è la passione che mi infiamma e brucia,
Quella è la passione che mi fa felice.

Saliamo in due. Cantiamo. E canta l'eco
In mezzo ai pioppi della montagna amica
E ci desideriamo... Lo penso, lo vedo.
Lapillo di fuoco è l'amore, quando indugia.
E indugiando ci fa avvampare piano piano.

E noi saliamo.E siamo in cielo quasi.
Lontano, vedo casette e chiese.
Ah, che funicolare sono i baci!
Noi ci baciamo e ascendiamo in Paradiso.


* Ottaviano è un comune a 22 km da Napoli
situato nella zona vesuviana.