Pulecenella

Testi delle canzoni napoletane

RussiaRUS
ItaliaITA
InghilterraENG

Autunno


Museca: Ernesto De Curtis,

Vierze: Libero Bovio.

Anno: 1913

Autunno


Musica: Ernesto De Curtis,

Versi: Libero Bovio.

Anno: 1913


Forse è ll'autunno
Ca me mantene 'sta malincunia.
Chiove a zeffunno,
Ninetta mia.
È uttombre quase, vierno me pare.
Jurnate fredde, nuttate amare.
Sempe aspettanno ca 'na parola,
Una, una sola,
Me venesse 'a te,
Me venesse 'a te.

E tu che faje?
Staje allera o malinconica 'e 'sti juorne?
Me pienze maje?
Tuorne o nun tuorne?
E sì, faje buono, statte luntana,
Tanto, è passata 'n'annata sana
Ca nun m'hê scritto cchiù 'na parola,
Una, una sola.
Già, sì sempe tu!
Già, sì sempe tu!



Forse è l'autunno
Che mi tiene a questa malinconia.
Piove a dirotto,
Ninetta mia.
È quasi ottobre, inverno mi sembra.
Giornate fredde, nottate amare.
Sempre aspettando che una parola,
Una, una sola,
Mi venga da te,
Mi venga da te.

E tu cosa fai?
Stai allegra o malinconica questi giorni?
A me pensi mai?
Torni o non torni?
E sì, fai bene, sta' lontana,
Tanto, è passata un'annata sana
Che non mi hai scritto più una parola,
Una, una sola.
Già, sei sempre tu!
Già, sei sempre tu!

tradotto da Natalia Cernega