Pulecinella
Flag Counter

I testi delle canzoni napoletane

ENG
ITA
RUS

'A vucchella


Museca: Francesco Paolo Tosti,

Vierse: Gabriele D'Annunzio.

Anno: 1904

La boccuccia


Musica: Francesco Paolo Tosti,

Versi: Gabriele D'Annunzio.

Anno: 1904

I versi di questa canzone erano scritti nel 1892, quando un poeta abruzzese Gabriele D'Annunzio si trovava a Napoli nel mitico Caffè "Gambrinus", per via di una scommessa con Ferdinando Russo sulla capacità di poetare in napoletano.
Rimasti in un cassetto per 12 anni solo nel 1904 erano inviati da Gabriele D'Annunzio, che aveva il bisogno di guadagnare, ad un altro abruzzese: Francesco Paolo Tosti che compose la melodia immortale.
Quindi questa canzone napoletana è stata scritta dagli abruzzesi.

Sì comm'a 'nu sciurillo,
Tu tiene 'na vucchella,
'Nu poco pucurillo,
Appassuliatella.

Meh, dammillo, dammillo,
È comm'a 'na rusella!
Dammillo, 'nu vasillo,
Dammillo, Cannetella!

Dammillo e pigliatillo,
'Nu vaso piccerillo,
'Nu vaso piccerillo
Comm'a chesta vucchella
Che pare 'na rusella
'Nu poco pucurillo
Appassuliatella.

Sei come un fiorellino,
Hai una boccuccia
Un po', poco
Appassita.

Deh, dammelo, dammelo,
È come una rosellina!
Dammelo, un bacio,
Dammelo, Candida!

Dammelo e prenditelo,
Un bacio piccolo,
Un bacio piccolo
Come questa boccuccia
Che sembra una rosellina
Un po', poco
Appassita.