Pulecenella
Flag Counter

Strumenti
napoletani

La tammorra

Testi delle canzoni napoletane

RussiaRUS
ItaliaITA
InghilterraENG

'A canzona d' 'e marenare


Museca: Mario Nicolò,

Vierze: Mario Nicolò.

Anno: 1930

La canzone dei marinai


Musica: Mario Nicolò,

Versi: Mario Nicolò.

Anno: 1930


Addio, serate 'e luna,
Addio, mandulinate,
Avimm' 'a fà 'e surdate
E tutt'è pronto già.

I' jarraggio 'int' â Marina,
'Nnammuratella mia,
Me resta 'a pucundria
Ma turnarraggio a tte.

Quann' 'a Patria ce chiamma,
Simmo pronte a partì.
Surdate 'e terra o 'e mare è 'a stessa cosa;
Lassammo case, mamme, sore e spose.
Cu 'nu palpito 'ncore
E ricorde cchiù care,
A Taranto, Venezia, Spezia e Napule
Sò sempe pront' 'e marenare.

'Nu vaso, e po' 'n'abbraccio
Ca ll'ora s'avvicina.
'Na bella cartulina
T' 'a mannarraggio 'a llà.

E nun avè penziere
Si siente 'na tempesta.
Ll'Italia addà ffà festa,
Vittoria purtarrà!

Quann' 'a Patria ce chiamma,
Simmo pronte a partì.
Surdate 'e terra o 'e mare è 'a stessa cosa;
Lassammo case, mamme, sore e spose.
Cu 'nu palpito 'ncore
E ricorde cchiù care,
A Taranto, Venezia, Spezia e Napule
Sò sempe pront' 'e marenare.



Addio, serate di luna,
Addio, mandolinate,
Dobbiamo fare i soldati
E tutto è pronto già.

Io andrò nella Marina,
Innamorata mia,
Mi resta la malinconia
Ma tornerò da te.

Quando la Patria ci chiama,
Siamo pronti a partire.
Soldati di terra o di mare è la stessa cosa;
Lasciamo case, mamme, sorelle e spose.
Con un palpito nel cuore
Dei ricordi più cari,
A Taranto, Venezia, La Spezia e Napoli
Sono sempre pronti i marinai.

Un bacio, e poi un abbraccio
Che l'ora si avvicina.
Una bella cartolina
Te la invierò da lì.

E non avere pensieri
Se senti una tempesta.
L'Italia deve fare la festa,
Vittoria porterà!

Quando la Patria ci chiama,
Siamo pronti a partire.
Soldati di terra o di mare è la stessa cosa;
Lasciamo case, mamme, sorelle e spose.
Con un palpito nel cuore
Dei ricordi più cari,
A Taranto, Venezia, La Spezia e Napoli
Sono sempre pronti i marinai.

tradotto da Natalia Cernega